La miniera di sale di Wieliczka

La miniera di sale di Wieliczka è la più antica miniera di sale attiva nel mondo.
Questo impianto minerario unico al mondo è stato collocato nel 1978 nella lista dei beni culturali e naturali dell’UNESCO.

Nel Medioevo la miniera di sale di Wieliczka era già conosciuta come la  Magnum Sal. Questo minerale sotterraneo sedimentario era di un valore inestimabile. Il sale non solo esaltava il gusto dei piatti, ma era anche il mezzo utilizzato per conservare molti prodotti alimentari. Il commercio di questo prodotto era la fonte della ricchezza di numerose famiglie borghesi (Wierzynków, Bonerów), nonché di molte eccellenti famiglie di magnati (Morsztynów, Lubomirski). Non a caso si dice che il sale di Wieliczka fosse il lievito su cui Cracovia  per secoli si è arricchita.

Il giacimento della miniera di sale di Wieliczka, che è stato usato per 750 anni su scala industriale, è un luogo unico al mondo. La miniera si sviluppa su nove livelli (il primo è 64 m sotto terra e il più profondo 327 m). In un giacimento lungo 10 km, sono stati perforati 26 pozzi dalla superficie e 180 singoli livelli di collegamento sotterraneo. Ci sono oltre 200 km di corridoi e 2040 camere con una cubatura totale di 7,5 milioni di m3.

Nella miniera di sale di Wieliczka ci sono chiese e cappelle sotterranee risalenti al XV secolo. Il fascino da favola e la bellezza irripetibile dei paesaggi sotterranei di Wieliczka si devono pure alla forma irripetibile di cristallizzazione dei minerali. Un esempio di questo è la grotta di cristallo scoperta nel 1898, che è una riserva naturale inanimata unica.

La miniera di sale di Wieliczka ospita un’inestimabile collezione di strumenti, macchine, carrelli, carrelli, sistemi di sicurezza e di ventilazione, apparecchi di illuminazione e dispositivi antincendio rilevati nel corso dei secoli.

Fino alla prima spartizione della Polonia nel 1772, la miniera di sale di Wieliczka insieme alla vicina  Bochnia formavano la più grande impresa polacca. Tutta questa ricchezza sotterranea alimentò per secoli il tesoro reale. Alla fine del quattordicesimo secolo, le miniere fornivano allo stato circa il 30% del suo reddito. Questi fondi furono destinati a mantenere l’esercito, i monasteri, ad erigere palazzi e chiese tra cui quella di San Pietro e Paolo e furono peraltro utili nel XVI secolo per il restauro del Castello del Wawel.

La miniera di sale di Wieliczka era una volta meta esclusiva di re, imperatori, artisti (fu anche visitata dal Goethe). Oggi, il percorso turistico sotterraneo della miniera di sale di Wieliczka è lungo oltre 3 km. Include 20 camere collegate da passerelle, situate su tre livelli, ad una profondità da 64 a 135 metri. Ogni anno, circa un milione di turisti visita la miniera.

Scarica la guida completa per avere a portata di mano la lista completa dei migliori posti della città con tutti i dettagli, gli indirizzi, numeri di telefono, orari, prezzi, metodo di prenotazione e leggere le recensioni di ogni posto, avvenimento e attrazione. La guida completa è disponibile su Amazon
La guida in formato ebook contiene anche un calendario d’eventi aggiornato mensilmente e tantissimi indirizzi utili per un totale di oltre 400 pagine.

Torna all’articolo