La Miniera di Sale di Wieliczka

Scarica qui la guida completa di Cracovia dove in più di 400 pagine troverai soluzioni per tutte le tasche, mappe, itinerari, monumenti, ristoranti, alloggi, natura e molto altro al prezzo di un panino.

La miniera di sale di Wieliczka è una miniera di sale a circa 13 km da Cracovia. Dal XIII secolo al 1772, insieme alla miniera di sale “Bochnia”, faceva parte delle miniere di sale di Cracovia. I sali estratti nella miniera provengono dal Miocene.

Nel 1976, la miniera è stata iscritta nel registro nazionale dei monumenti. Due anni dopo, è stato inserito dall’UNESCO come la prima lista del patrimonio mondiale. Dal 1994, è anche un monumento alla storia della Polonia.

Il 30 giugno 1996 è stato interrotto completamente sfruttamento del giacimento.

La miniera di sale di Wieliczka nel 2007 è stata riconosciuta da un sondaggio come una delle sette meraviglie della Polonia, vincendo col maggior numero di voti.

Nel 2015, il sotterraneo della miniera è stato visitato da 1390.000 ospiti e 156.000 hanno beneficiato delle torri di graduazione del sale.

La miniera di Wieliczka si trova nella parte occidentale dei giacimenti di sale subcarpatici, risalenti a circa 15 milioni di anni fa. Il deposito fu formato nel periodo Miocene, l’età di Baden, durante la scomparsa del Mare del Miocene, che divenne un mare chiuso con un alto grado di salinità.

Il clima caldo e il fondo costantemente decrescente (l’effetto della formazione dei Carpazi) creavano condizioni favorevoli per la sedimentazione. In primo luogo, i carbonati cominciarono ad essere depositati, seguiti dai solfati e infine gli altri sali minerali.  Nella parte meridionale del bacino si formò un deposito solido, e nella parte settentrionale e centrale un giacimento a strati.

La durata del processo di sedimentazione è determinata in 15-20 mila anni, seguita dal processo di riempimento del giacimento con strati di argilla e limo. Il giacimento di sale di Wieliczka ha una lunghezza di circa 10 km, 600-1500 m di larghezza e circa 400 m di profondità.

La storia di sfruttamento

Gli inizi della storia del sale in Wieliczka sono legati allo sfruttamento di “sorgenti saline”, cioè fuoriuscite spontanee di salamoia presenti in quest’area. La soluzione veniva  raccolta e pulita, quindi sottoposta alla preparazione tramite cottura. Secondo numerosi reperti archeologici, gli inizi dello sfruttamento risalgono al periodo neolitico medio (3.000 aC).

Sono stati trovati impianti preistorici per l’evaporazione della salamoia. Sulle grandi fornaci si collocavano alcuni recipienti di argilla di forma allungata, che contenevano una soluzione naturalmente satura.

Il processo di riscaldamento permetteva di ottenere prima una soluzione densa e col tempo una massa solidificata ad alto contenuto di sale alimentare (NaCl).

Lo sfruttamento delle sorgenti saline durò per 3-4 millenni finché il naturale e abbondante deflusso si fermò. A cavallo tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo, si iniziarono a realizzare pozzi più profondi.

Il primo sistema che consentiva l’estrazione del salgemma fu realizzato nella vicina Bochnia. Ben presto anche Wieliczka divenne un luogo d’estrazione dove si trovavano giacimenti di sale poco profondi.

Ben presto, i pozzi si trasformarono in reticoli sotterranei, con percorsi di comunicazione verticale e luoghi di lavorazione orizzontali. È così nacque la miniera.

Cura per i minatori

La vita dei minatori nelle miniere era molto pesante e presupponeva passare sottoterra gran parte dell’esitenza. Molti dettagli normali del quotidiano si svolgevano tra i cunicoli della miniaera. Era una vita piena di rischi mortali ed esposta a vari incidenti lavorativi. Nel 1289, il principe Enrico IV Probus ordinò di costruire un bagno a Wieliczka, che servì anche come luogo di lavoro per…

Caratteristiche della miniera

La miniera di Wieliczka consta di 9 livelli, il primo dei quali – il livello Bono – raggiunge 64 metri di profondità, mentre l’ultimo è di 327 metri sotto la superficie della Terra. La lunghezza totale dei marciapiedi che collegano circa 3000 scavi (marciapiedi, scivoli, camere di servizio, laghi, pozzi, alberi) supera i 300 km. Il volume del complesso è di circa 7,5 milioni di m3.
La miniera ha un microclima unico, caratterizzato da alta umidità e contenuto di cloruro di sodio ad una temperatura costante (circa 14-16 ° C), pressione, ionizzazione e alto contenuto di potassio, magnesio e calcio nell’aria.

La camera del Lago Wessel, a una profondità di 135 metri, favorisce soggiorni riabilitativi per persone con disturbi del tratto respiratorio superiore.

Nella miniera, il Museo delle miniere di sale di Cracovia fu fondato nel 1951. Il suo fondatore e direttore di lunga data fu il professor Alfons Długosz. Il Żupa di Cracovia (cioè le miniere di Wieliczka e di Bochnia) è l’unico sito minerario al mondo che è stato attivo ininterrottamente dal Medioevo ai giorni nostri, permettendo di seguire lo sviluppo dell’estrazione del sale e della salamoia in particolari epoche storiche.

Itinerario turistico: la camere del percorso

La rotta turistica sotterranea della miniera di Wieliczka fu istituita tra il XVIII e il XIX secolo. Circa un milione di turisti visitano ogni anno circa 3 km di un percorso composto da 20 camere, situate ad una profondità compresa tra 64 e135 metri (livelli I-III). Ci sono circa 800 scale da percorrere sul percorso. Parte del percorso è adattata per sedie a rotelle (bisogna avvertire in tempo per organizzare la visita). La visita dura circa 2-3 ore. Per avere tutti gli orari e indicazioni a portata di mano Scarica qui la guida completa di Cracovia dove in più di 400 pagine troverai soluzioni per tutte le tasche, mappe, itinerari, monumenti, ristoranti, alloggi, natura e molto altro al prezzo di un panino.

Orari

La miniera è aperta tutti i giorni 8.00-17.00 e dalle 7:30 alle 19:30 da inizio aprile fino a fine settembre.

Biglietti

L’ingresso individuale per il percorso turistico con guida-obbligatoria-in polacco costa 59zł/ e 160zł per la famiglie 2+2. Si visiterà in gruppo con una guida.

Il percorso turistico con guida in lingua straniera 89zł e 247zł per famiglie 2+2. Le visite in inglese partono con una frequenza di 30min l’una dall’altra.

Le visite guidate in italiano iniziano alle 9:45, 13:10, 15.45. Durante luglio e agosto disponibile anche una alle 18:45.

I biglietti sono acquistabili non più tardi di 3 giorni e non prima di 244 giorni rispetto alla visita pianificata. Biglietti acquistabili via web a questo link.

Alla fine della visita si può anche spedire una cartolina dall’ufficio postale della miniera che vanta il suo timbro postale personalizzato.

La miniera di sale di Wieliczka non è solo un luogo per visite guidate: ogni anno aumentano sempre più i concerti di musica classica, i festival quali Misteria Paschalia, Zaduszki Jazzowe e altri appuntamenti.

È anche un luogo speciale per passare un capodanno inusuale con una cena di gala nella sala Warszawa e musica dal vivo per tutta la notte.

Scarica qui la guida completa di Cracovia dove in più di 400 pagine troverai soluzioni per tutte le tasche, mappe, itinerari, monumenti, ristoranti, alloggi, natura e molto altro al prezzo di un panino.

Arrivare

La miniera di sale di Wieliczka è raggiungibile comodamente in bus dalla femata in ul. Worcella 12.

Bisogna scendere alla fermata “Wieliczka Kopalnia Soli‚” all’incrocio di ul. Dembowskiego e ul. Daniłowicza.

Al ritorno i bus aspettano nello spiazzale antistante la miniera.

I bus sono molto frequenti. Il viaggio dura circa 30 min. Il biglietto di sola andata in bus costa circa 4zł ed è acquistabile direttamente dal conduttore.

Scarica qui la guida completa di Cracovia dove in più di 400 pagine troverai soluzioni per tutte le tasche, mappe, itinerari, monumenti, ristoranti, alloggi, natura e molto altro al prezzo di un panino.

Ti è piaciuto? Aiutaci a diffonderlo!