Kazimierz

Il quartiere di Kazimierz ha una storia ricchissima, leggendo la nota storica dell’itinerario ve ne renderete conto. Dal secondo dopoguerra, però, il quartiere era praticamente una città fantasma contando solo 50 ebrei residenti rispetto ai 68.000 registrati durante il secondo conflitto mondiale. Un quartiere morto e abbandonato a se stesso che fino agli anni ’90 era considerato un posto off-limits da evitare assolutamente. Dopodiché due intrepidi gruppi di persone aprirono i leggendari Hormon (ormai appartiene alla storia) e lo  Singer. Si aggiunsero nei primi anni ’00 l’Alchemia, e un fratello assieme sua sorella aprirono rispettivamente il Propaganda e l’adiacente La Habana (inizialmente collegati tra loro da una porta interna). Tutti questi locali erano arredati con mobili di fortuna, sedie di diverse forme e colori, candele ai tavoli e ottima musica. La poesia stava proprio lì. Il quartiere, che non godeva di buona fama, aveva anche case con affitti bassi che presto si popolarono di artisti e studenti i quali anziché soffrire nelle umide case di Kazimierz si riversavano quotidianamente in questi locali creando un’atmosfera bohémienne d’incanto.
La rivalutazione del quartiere voluta sia dal comune che indotta dal riconoscimento della fabbrica di Oskar Schindler come monumento di importanza mondiale ha fatto esplodere come pop-corn locali ad ogni porta di Plac Nowy e nei suoi immediati paraggi. Lo stile bohémienne ha perso però sempre più smalto con locali sempre più inappropriati all’atmosfera che designava il quartiere, ma ne sono nati tanti di locali “stonati” da nascondere ormai la vecchia anima del quartiere ebraico la quale tuttavia si aggira ancora in locali quali Alchemia, Mleczarnia, Eszeweria, Singer e Propaganda. Il resto è numero seppure molti dei locali nuovi siano assolutamente molto validi e belli. Non si potrà più rivivere l’atmosfera dei primi anni Zero, ma passare la serata al quartiere ebraico ha ed avrà sempre il suo fascino irresistibile.

Alchemia, ul. Estery 5, tel. (+48) 12 421 22 00, www.alchemia.com.pl.
Tra i locali più belli del quartiere ebraico. Ambiente bohémienne, specialmente di settimana. Un calendario impeccabile di concerti jazz siglati pure da album ufficiali di alcuni artisti che si sono esibiti nella cantina del pub. Al pianterreno quattro sale più…cucina. Si dice che nella terza sala, quella appena dietro le ante dell’armadio-porta abitassero un tempo gli alchimisti e per questo la cucina è rimasta lì, a disposizione di tutti. Non potete cucinare, ma sedersi sul letto con una birra si. Elogiato da tutte le guide è stato preso d’assalto dai turisti. I baristi vi parleranno direttamente in inglese e non vi dedicano molto tempo in chiacchiere come una volta, ma il fascino di questo posto è ancora irresistibile. Il fine settimana spesso suonano dj set di musica non banale al piano inferiore.
Aperto 09:00 – 02:00, Mon 10:00 – 04:00, Fri, Sat 09:00 – 04:00.

 

Artefakt Cafè, ul. Dajwór 3, tel. (+48) 12 431 03 41
Un locale molto attivo dove il club dei viaggiatori Atlantida organizza presentazioni di viaggi (ogni Lunedi), giorni con giochi da tavolo (ogni Martedì). inoltre incontri con persone interessanti, concerti, jam session (spesso il giovedì) dibattiti politici e mostre. Molto interessante tutto ciò che riguarda i viaggi – qui è possibile ascoltare interessanti storie da tutto il mondo, si possono vedere belle foto e incontrare le persone che vi diranno come viaggiare con pochi soldi.
Aperto 15:00 – 24:00, mer 15:00 – 02:00, ven,sab 15:00 – 03:00, dom 15:00 – 01:00.

 

BeerGallery – Kazimierz , ul. Warszauera 10, tel. (+48) 601 40 88 70, www.beergallery.pl.
Oltre 100 birre di nazioni, aromi e colori più svariati. Dalla birra al lampone alla ormai classica al miele per arrivare alle aromatizzate alla prugna e le ottime trappiste. Una minuscola piccola pista da ballo in fondo alla sala come ciliegina sulla torta.
Aperto 15:00-01:00, sab, dom 12:00 – alle 01:00.

 

Cheder Cafe, ul. Józefa 36(ingresso da ul. Jakuba), +48 15 732 226, www.cheder.pl/
Biblioteca ebraica della fondazione giudaica con caffetteria annessa specializzata in gusti mediorientali: caffè preparato nelle tipiche findżan caffettiere in ottone del medio oriente. Tè marocchino  e stuzzichini dal sapore mediterraneo. Nei giorni di caldo vino bianco ghiacciato e prosecco. Frequentato principalmente da intellettuali. Organizza di tanto in tanto bei concerti di musica klezmer, balcanica e jazz.
Aperto 10:00-22:00

 

Eszeweria , ul. Józefa 9, tel. (+48) 517 49 19 27, www.myspace.com/eszeweria.
In via Jòzefa, questo locale è stato tra i primi ad essere presente nella scena del quartiere ebraico.Tre sale arredate con oggetti tra antiquariato e roba vecchia, ma d’effetto. Un tempo scena della musica elettronica ed improvvisata di Cracovia (che ora suona al Literki) conserva un’ottima selezione musicale che spazia da classici fino a The Books e simili. Una delle toilette più originali del quartiere e un bel giardino interno per godersi la bella stagione. Molto rilassante e informale come locale. Frequentato da studenti come pure da gente che ha già finito gli studi. Ambiente bohémienne.
Aperto 12:00 – 02:00, gio, ven, sab 12:00 – 05.00.

 

Kawiarnia Naukowa (caffetteria scientifica), ul. Szeroka 10, tel. (+48) 602 10 35 26,FB/KawiarniaNaukowaKrakow
Rock, noise, metal, sperimentalismi e post rock polacco e internazionale. A volte ci suona pure Emiter- tra gli artisti elettronici sperimentali più apprezzati in Polonia. Trasferitasi da ul. Jakuba per continui problemi d’ordine pubblico (i gruppi dovevano finire di suonare alle 22…) si è insediata negli scantinati che ospitavano un’anonima discoteca in ul. Szeroka. Il proprietario non ha cambiato proprio nulla e potrete ascoltare gruppi noise scandinavi seduti su sgualcite poltroncine in pelle nera e tavolini in tinta. E forse proprio per questa è ancora più apprezzata dai frequentatori.
Aperto 18:00-03:00.

 

Klub Finka, ul. Waszauwera 1(ingresso da plac Nowy), tel. (+48) 516 442 980, www.klubfinka.pl
Pub che punta sul biologico ed equosolidale, cocktail analcolici di caffè e prime colazioni. Diversi shot e cocktail alcolici a base di frutta. Espresso con miscela Kelleran, direttamente da una torrefazione di Cracovia. Il caffè però risente della mano di chi lo prepara.
Aperto lun-dom 9:00-4:00

 

Kraina Szeptów (La Terra dei Sospiri), ul. Izaaka 1/1, tel. (+48) 12 292 02 49 FB/pages/Kraina-Szeptów
Pub a due piani sopra lo Singer. Al piano terra c’è un bar con due accoglienti camere. Piccole e affascinanti scale scricchiolanti portano al secondo piano, con comodi divani. In inverno è possibile riscaldarsi davanti al camino e godersi gli interni in stile antico sulle pareti cremisi. Nella top-ten di Cracovia per le migliori cioccolate calde.
Aperto 12:00  fino all’ultimo cliente

 

Królicze oczy (Occhi di coniglio), ul. Estery 14, tel. (+48) 12 431 10 31, FB/krolicze.oczy.
Locale in stile Kazimierz con alcune note bizzarre che non danno spazio a interpretazioni logica, ma in questi Occhi (o tana) di coniglio la musica è buona e il piccolo cortile interno per bere al fresco d’estate, dove il tempo scorre piacevole, attira molto. Consigliato agli amanti di Bags Bunny, di Alice e delle foto color seppia.
Aperto 12:00-01:00, ven 12:00-04:00, Sab 09:00 – 04:00 Dom 09:00 – 24:00.

 

Le Scandale , pl. Nowy 9, tel. (+48) 12 430 68 55, www.lescandale.pl.
Un incastro di stanze e poster di bond girl e di uomini affascinanti. Uno dei pochi locali della piazza con il servizio al tavolo. Rinomato per i cocktail, tra cui il famoso Bahama Mama. Ottima cucina fusion, un enorme giardino (riscaldato in inverno) e graziose cameriere.
Aperto 8:00-01:00, ven, sab 8:00-03:00.

 

Les Couleurs , ul. Estery 10, tel. (+48) 12 429 42 70.
Locandine francesi di concerti e rappresentazioni su tutte le pareti e foto di “San” Gainsbourg. Tavolini quasi sempre occupati. Gente un po’ più “francese” rispetto agli altri locali che si affacciano sulla piazza. Musica (non solo) francese. Spesso assaltato da persone intente a navigare col WI FI gratuito. In stile un po’ parigino, ha una sala con soffitto a vetro ricavata dal cortile interno. Ottima per leggere o incontrarsi per lavoro. Funzionante sia di giorno che di sera con un medley di artisti, aspiranti tali, hipster, coppiette e francesi.
Aperto 7:00-01:00, ven 7:00-02:00, sab 8:00-02:00, domenica 08:00 – 24:00.

 

Mostowa Art Cafe, ul. Mostowa 8, tel. (+48) 519 754 055, FB/pages/Mostowa-ArtCafe
Nato da quasi 2 anni ha fatto subito successo consolidando una cerchia di hipster intellettuali, un po’ per le mostre di fotografia o pittura proposte ininterrottamente, un po’ per l’ottima  selezione regionale di birre e vini polacchi. Raccomandato agli amanti del caffè espresso: miscela Vergnano e macchina ben calibrata. Buon caffè e bel locale.
Aperto 12:00-1:00, ven e sab 12:00-3:00

 

Miejsce (Il Posto) , ul. Estery 1, tel. (+48) 608 49 87 37, www.miejsce.com.pl.
Non cercate l’insegna, non ce l’ha. Due stanze arrangiate con oggetti stile ’60-’70 dai proprietari gestori di un omonimo negozio d’arredamento. Musica più che altro anni ’80. Molti artisti o aspiranti tali ai tavoli. Bellissime locandine polacche di alcuni film, alcuni italiani. Clientela hipster e artistica.
Aperto 10:00-01:00, gio, ven, sab 10:00 – alle 02:00.

 

Migawka (Diaframma), ul. Krakowska 27, tel. (+48) 512 33 12 45, FB/klubmigawka.
Un tempo sede del locale di culto Lokator che offriva una ricchissima programmazione letteraria. Il Lokator adesso è una libreria caffetteria in ul. Mostowa, che esprime così la sua vera anima. Al Migawka rimane l’altra (ricchissima) parte di programmazione del vecchio locale: serate dedicate al cinema ceco, mostre di foto e di pittura di artisti emergenti, e concerti in sale dalle pareti rosso scuro e dalle volte basse che si affacciano sulla strada. Decisamente un posto al di fuori dalle tipiche guide turistiche che offre uno spaccato del fermento culturale di questa fertile città.
Aperto 10:00-01:00.

 

Mleczarnia, ul. Meiselsa 20, tel. (+48) 12 421 85 32, www.mle.pl.
Due sale, e uno dei giardini all’aperto più apprezzati delle città. Appena entri ti ritrovi di fronte il bancone e alle parete purpuree ritratti in bianco e nero immortalano famiglie e visi di sconosciuti. Grammofoni, vecchie radio, un caminetto che scoppiettia d’inverno, un bagno con una vecchia lampada da tavolo e  specchio veneziano. Buona scelta fra caffetteria e alcolici. Molto buoni i dolci. Se avete voglia di salato toast e pierogi sono da provare.
Aperto 10:00-02:00, ven, sab 10:00 – 04.00.

 

Moment Resto, ul. Józefa 26, tel. (+48) 668 03 40 00, www.momentcafe.pl.
Frequentato più per il cibo che per le bevande. Questo locale tempestato d’orologi e con carta da parati in stile lisergico accoglie una clientela molto ampia accomunata dalla fame o dal WI FI gratuito. I piatti offerti fanno realmente perdere il concetto del tempo.  Buono per appuntamenti di lavoro, per coppie o per chi ne è in cerca per la notte e per farci colazione, tra le migliori e più abbondanti della città.
Aperto 09:00 – 24:00, Gio, Ven, Sab 09:00 – alle 01:00.

 

Omerta, ul. Warszauera 3 (ingresso da ul. Kupa), tel. (+48) 501 50 82 27, www.omerta.com.pl.
Alle pareti immagini tratti da “Il padrino” e un menù di oltre 160 birre(quindi che c’entra il Padrino?). Ottime le spine quali la birra cruda polacca “ Żywe” e la Ciechan al miele.Un luogo di ritrovo cult per gli intenditori di birra locali.
Aperto 16:00 – 24:00, ven, sab 16:00-01:00.

 

Pienkny Pies, ul Bożego Ciała 9, FB&pages/Klub-Piękny-Pies
Anni fa il proprietario del palazzo dove si trovava questo pub li cacciò via. Il motivo? Troppi schiamazzi dal pomeriggio al mattino seguente-ogni giorno, gente che ballava dappertutto per il locale. Quindi i proprietari (fra i quali compare Maciej Prus-scrittore polacco) si spostarono in via Sławkowska 6a portandosi dietro il bancone a spalla quasi come la statua del patrono. La storia si è ripetuta due anni fa ed adesso, bancone in spalla credono di aver trovato il posto giusto a Kazimierz. Cambiano gli indirizzi, ma la gente è inverosimilmente la stessa. Di solito si riempie verso l’una di notte. Dal giovedì al sabato al piano inferiore DJ dal vivo. Artisti, artistoidi, aspiranti tali, ubriaconi e donnaioli al bancone. Attenti al “teletrasporto” se rimanete incapaci d’intendere e di volere alle 6 di mattina ai tavoli-a uno dei soci piace fare questi scherzi divertenti. Non è raro trovarsi dentro il pub fino all’alba pure di settimana.
Aperto 12:00-3:00, Ven e Sab 12:00-5:00

 

Propaganda, ul. Miodowa 20, tel. (+48) 600 33 19 22,  www.pubpropaganda.pl
Una raccolta di cimeli del periodo sovietico alle rude pareti, compresa una motocicletta in belle vista, musica rock, punk e ska e un gruppetto di frequentatori quotidiani che spesso iniziano la chiacchiera con chi si siede al bancone. Nel portapane al bancone potreste trovarci fette di pane con smalec (strutto) da accompagnare alla birra. Di solito è gratis, ma meglio chiedere il permesso agli energumeni che stanno dietro al bancone. Un pezzo di storia del quartiere da visitare assolutamente.
Aperto 12:00-02:00, ven, sab 12:00 – 05.00.

 

Singer, ul. Izaaka 1, tel. (+48) 12 292 06 22, facebook.com/pages/Singer/270192511788.
Uno dei primi bar di Kazimierz, Si dice che una volta questo locale fosse stata una sartoria e proprio per questo su alcuni tavolini non ci sono nient’altro che vecchie macchine da cucire Singer con tanto di tavolinetto annesso. È questo il primo pub nato nel quartiere ebraico. Entrando noterete, oltre alle specchiere e al camino, i quadri in bianco e nero di Byszopt che tappezzano i muri rosso scuro del locale. Con le finestre che danno sulla vecchia piazza del mercato ebraica si gode una bella vista durante il giorno. La sera, specie nei fine settimana, le canzoni klezmer, i brani di Piazzolla e la musica zingara fanno nascere spontanee danze fra i tavolini davanti al bancone per esplodere a notte fonda in un turbinio di balli dove anche i tavoli diventano piste da ballo. Un po’ rovinato da turisti e italioidi residenti in città, ma sempre di grandissimo fascino. Difficile non iniziare a parlare con qualcuno in questo locale. Difficile non uscirne con amici nuovi. Difficile non svegliarsi senza mal di testa. Aperto 9:00-03:00, Ven, Sab 09:00 – 06.00.

 

Zaraz Wracam (Torno subito), ul. Bożego Ciala 11, tel. (+48) 12 628 75 11, www.zarazwracam.com.
Famoso per il ricchissimo menu di cicchetti (circa 50 tipi diversi), questo pub apprezzato molto dagli studenti, specie quelli di archeologia passa musica polacca e propone interni semplici per persone interessate più a ciò che bevono che a ciò che vedono. Prezzi studenteschi.
Si è pure duplicato con il Zaraz Wracam Tu in ul. Miodowa 51a (aperto 15:00-02:00).
Aperto 15:00-01:00, ven, sab 15:00-02:00

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *