Musei

Musei di Cracovia

Stare Miasto

Galleria dell’arte polacca del XIX secolo, Sukiennice (fondachi), Rynek Glowny 1-3, tel. (+48) 12 424 46 03, www.muzeum.krakow.pl.
Riaperto dopo un lungo periodo di lavori, questo museo magnifico all’interno del Palazzo del Tessuto mostra  l’arte polacca del XIX secolo, e le sue principali tendenze della ritrattistica e della pittura storica. Composto da quattro stanze, la collezione è abbastanza piccola in modo da poter dare la giusta attenzione ad ogni pezzo, alcuni dei quali sono enormi e  tutti splendidamente incorniciati. Di particolare interesse per il loro status di tesori nazionali sono le opere di maestri di origine italiana, ma polacchi di residenza  quali Marcello Bacciarelli col “Ritratto di Stanislao Augusto Poniatowski in veste per l’incoronazione” del 1790 e, del secolo successivo, la famosa “Frenzy” di Władysław Podkowiński (1894). Altri pittori illustri ospitati nelle sale del museo con opere non perdere quali Jan Matejko, Jacek Malczewski, Józef Chelmonski e Stanisław Witkiewicz. Uno dei vantaggi di una visita è l’accesso al magnifico balcone che si affaccia sulla piazza del mercato. Raccomandato.
Aperto 10:00-20:00, dom 10:00 – ore 18:00. Lunedì chiuso. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura. Ammissione 12/6zł, biglietto famiglia 24zł, audioguida 5zł. Domenica gratuito per esposizioni permanenti.

Ulica Pomorska (ex celle della Gestapo)
ul. Pomorska 2, tel. (+48) 12 613 14 14, www.mhk.pl. “La gente di Cracovia nel periodo del Terrore 1939-1945-1956‚” è una mostra che cerca di raccontare la miseria e la crudeltà della dominazione straniera e l’ingiustizia del totalitarismo di Cracovia. Promossa dal Museo Storico, la mostra si trova accanto al corollario delle impressionanti ex celle della Gestapo, (gratuite). Entrambe le mostre sono accessibili attraverso il cortile interno dietro una galleria decorata con agghiaccianti foto segnaletiche in bianco e nero di ex prigionieri detenuti qui durante l’occupazione nazista. In quello che potrebbe essere più di una coincidenza ironica, l’ostello che si trova proprio sopra la mostra si chiama “Libertà” proprio come la vecchia discoteca che anni fa si trovava al posto del Bingo. All’interno si trova una collezione meticolosamente documentata dell’era della tirannia nazista e comunista della città, piena di riproduzioni audio di interrogatori ed esecuzioni di massa. C’è un piccolo modello di una stanza degli interrogatori e una pletora di brevi biografie e storie dei più famigerati arresti, torture, imprigionamenti ed esecuzioni, che si conclude con gli ultimi processi comunisti nella metà degli anni ‘50. Citazioni da vittime sono giustapposta a manifesti di propaganda di entrambe le tirannie.
Le antiche celle della Gestapo sono letteralmente le celle che ospitavano i prigionieri politici per lo più durante quel periodo. Molte scritte e incisioni sono ancora visibili sulle pareti e anche quelle illeggibili sono state trascritte e ampliate dando un triste resoconto di vita e morte di prigionieri politici in queste stanze. Il Museoè a soli 15 minuti a piedi da Planty camminando da via Karmelicka.
Aperto 10:00-17:30. Lunedì chiuso. Ammissione 7/5zł, Martedì libero. L’ingresso alle antiche celle della Gestapo è gratuito.

Scarica la guida completa per avere a portata di mano la lista completa dei migliori posti della città con tutti i dettagli, gli indirizzi, numeri di telefono, orari, prezzi, metodo di prenotazione e leggere le recensioni di ogni posto, avvenimento e attrazione. La guida completa è disponibile su AmazonLaFeltrinelliMreBookDeaStore
La guida in formato ebook contiene anche un calendario d’eventi aggiornato mensilmente e tantissimi indirizzi utili per un totale di 286 pagine.

 Kazimierz

Museo d’Ingegneria Urbana (Muzeum Inżynierii Miejskiej), ul. SW. Wawrzyńca 15, tel. (+48) 12 421 12 42, www.mimk.com.pl.
Questo affascinante museo all’interno di un vecchio deposito di tram presenta cinque mostre separate. Le prime due riguardano la storia dei trasporti pubblici di Cracovia e lo sviluppo dell’industria automobilistica polacca attraverso un hangar pieno di vecchie automobili, tram e motociclette d’epoca. La terza esplora la storia delle tipografie a Cracovia dal XV al XX secolo, mentre le altre due sono delle divertenti, mostre interattive rivolte ai bambini e alle famiglie. “Intorno al Circolo” insegna i principi scientifici fondamentali di fisica e geometria ai bambini(e non solo) attraverso 30 giochi interattivi, ruote da criceto giganti con annesso mini ascensore, argani e yo-yo scientifici.  All’esterno il “Giardino di parole nuove” (Ogródek nowych Słówek): similissimo a un parco giochi e designato  per i bimbi di 3-5 anni. Ideale per passare un’ora coi propri bambini .
Aperto 10:00-16:00. Lunedì chiuso. Ammissione 8/5.5zł, 24zł biglietto famiglia.

Scarica la guida completa per avere a portata di mano la lista completa dei migliori posti della città con tutti i dettagli, gli indirizzi, numeri di telefono, orari, prezzi, metodo di prenotazione e leggere le recensioni di ogni posto, avvenimento e attrazione. La guida completa è disponibile su AmazonLaFeltrinelliMreBookDeaStore
La guida in formato ebook contiene anche un calendario d’eventi aggiornato mensilmente e tantissimi indirizzi utili per un totale di 286 pagine.

Podgórze

Museo di Arte Contemporanea (MOCAK Muzeum Sztuki Współczesnej w Krakowie), ul. Lipowa 4, tel. (48) 12 263 40 00, www.mocak.pl.
A ridosso della fabbrica di Schindler, è in attività dal 20 Maggio 2011. Su progetto dell’italiano Claudio Nardi il solo edificio è di per sé un’opera d’arte. Il museo vanta una grande e bella collezione permanente di arte moderna evidenziando sia gli artisti polacchi e internazionali, oltre alla biblioteca  dedicata all’illustre professore di Storia dell’Arte Mieczysław Porebski e alla sua collezione di opere di teoria dell’arte e della storia. Diverse le mostre temporanee dai contenuti provocatori nel calendario: controllare il loro sito per maggiori dettagli.
Aperto 11:00-19:00. Lunedì chiuso. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Ammissione 10/5zł, 20zł biglietto famiglia. Martedì libero.

Museo della Fabbrica di Schindler (Fabryka Schindlera) , ul. Lipowa 4, tel. (+48) 12 257 10 17, www.mhk.pl. Dopo anni di preparazione, la fabbrica di Oskar Schindler ha finalmente riaperto al pubblico come museo di livello mondiale. La storia di Oskar Schindler e dei suoi collaboratori è ben nota grazie al libro di Thomas Keneally e al film di Steven Spielberg (il cui film La lista di Schindler è stato girato quasi interamente a Cracovia). Il nuovo museo è stato inaugurato il 10 giugno 2010.
Oltre alla storia di Oskar Schindler e dei suoi lavoratori, il nuovo museo assegna alla città di Cracovia il ruolo principale della sua mostra permanente dal titolo, “Cracovia durante l’occupazione nazista, 1939-1945‚”: illustrando le storie individuali degli abitanti durante la guerra e svelando la realtà del periodo bellico a partire dal 1939,(allora Cracovia era la sede del Governo generale) la vita quotidiana sotto l’occupazione, il destino degli ebrei e la resistenza sotterranea della città con ampi documenti d’archivio, foto, registrazioni audio e video, manufatti d’epoca e impianti multimediali interattivi. Una sezione a parte della fabbrica è riservata a proiezioni di film, conferenze e altri eventi culturali.
Un museo ricco e impegnativo che richiede quasi due ore per vedere tutto.  I visitatori in gruppo hanno bisogno di prenotare in anticipo utilizzando il sito del museo.
Aperto 10:00 – 20:00, lunedì 10:00-16:00. Primo Lunedì del mese aperto 10:00-14:00. Ultimo ingresso 90 minuti prima della chiusura. Ammissione 17/14zł. Visite guidate in inglese per gruppi di oltre 15 persone, 16zł a persona. Lun gratuito per esposizioni permanenti.

 

Scarica la guida completa per avere a portata di mano la lista completa dei migliori posti della città con tutti i dettagli, gli indirizzi, numeri di telefono, orari, prezzi, metodo di prenotazione e leggere le recensioni di ogni posto, avvenimento e attrazione. La guida completa è disponibile su AmazonLaFeltrinelliMreBookDeaStore
La guida in formato ebook contiene anche un calendario d’eventi aggiornato mensilmente e tantissimi indirizzi utili per un totale di 286 pagine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *