La cattedrale del Wawel

Vale la pena andare a Cracovia anche solo per la sua chiesa; è piena di cappelle con tombe, dove la ricchezza accumulata è paragonabile solo a alle chiese Roma o ad alcune chiese belghe. Si possono vedere argenti, bare scolpite, sui cui lati sono state immaginate battaglie di eroi, persone e cavalli.
Honoré de Balzac

La prima cattedrale del Wawel fu eretta sulla collina omonima ai tempi di Boleslao I il coraggioso, subito dopo aver fondato a Cracovia nell’anno 1000. Distrutta nel 1038, durante l’invasione del principe boemo Brzetysław I, la cattedrale del Wawel fu parzialmente trasformata nella una piccola chiesa di San Gereone. La seconda cattedrale del Wawel, molto più grande, fu costruita negli anni 1090-1142. La sua costruzione iniziò durante il regno del principe Ladislao Herman e si concluse durante il regno di Boleslao III Krzywousty.

Storia

La cattedrale del Wawel non ebbe vita facile e fu distrutta da un incendio nel 1306. Sono arrivati ai giorni nostri, però, magnifici frammenti del XIV secolo: la cripta di San Leonardo, le parti inferiori della Torre delle campane d’argento e la base della Torre dell’Orologio. Nella cattedrale del Wawel, allora distrutta e bruciata, fu incoronato re nel 1320 dal re Ladislao Łokietek. Da quel momento, tutti i re polacchi (tranne Stanislao Leszczyński e Stanislao Augusto Poniatowski), furono incoronati nella cattedrale Wawel.

Nello stesso 1320, sui resti di entrambe le chiese romaniche iniziò la costruzione  di una cattedrale spaziosa. La sua costruzione fu completata nel 1364 dal re Casimiro il Grande. L’esiguo spazio disponibile sulla collina di Wawel limitava le dimensioni del tempio, ma colpisce comunque la sua magnificenza. Si aggiunsero nei secoli successivi, nuovi dettagli nel suo interno – altari, lapidi, bassorilievi, monumenti e portali che  creano un risultato unico di architettura sacra. I creatori della cattedrale del Wawel  furono i più grandi artisti di ogni epoca: Vit Stoss, Bartolomeo Berrecci, Gian Maria Padovano, Santi Gucci, Jan Michalowicz, Jan Franciszek Placidi, Bertel Thorvaldsen. La cattedrale del Wawel è circondata da una corona di diciannove cappelle, ognuna delle quali è un tempio a se stante dall’aspetto unico – per esempio, la cappella Kielce è decorata con una policromia ruteniana, mentre quella di Sigismondo è considerata la più bella opera di architettura rinascimentale a nord delle Alpi.

Curiosità

Ma una particolarità speciale della cattedrale del Wawel è di essere una delle più grandi necropoli reali del mondo. Il primo dei sovrani, che venne a riposare nella cattedrale del Wawel fu Ladislao il Breve, morto nel 1333. Il sarcofago del re Casimiro il Grande, morto nel 1350, si trova di fronte all’ingresso della sacrestia. Quasi tutti i monarchi polacchi furono sepolti nel Wawel. Nella cattedrale, sotto le sue volte ci sono tombe di re, regine, principi, così come eroi nazionali, grandi poeti, noti clericali.

Orari e biglietti per la collina del Wawel

Orari

La collina di Wawel è accessibile tutti i giorni: Da novembre a febbraio: dalle 6:00 alle 17:00 Marzo, ottobre: dalle 6:00 alle 18:00
Aprile, settembre: dalle 6:00 alle 19:00 Maggio, agosto: dalle 6:00 alle 20:00
Giugno, luglio: dalle 6:00 alle 21:00

Il cortile ad arcate chiude una mezz’ora prima delle porte della collina.

Ogni mostra ha un costo di ingresso separato (non esiste un biglietto cumulativo per tutte le mostre). Nota: ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura della mostra.

Biglietteria

La biglietteria all’ingresso di Brama Herbowa (Porta dello Stemma) è aperta da aprile a ottobre:
Lunedì 9:00-11: 45
Dal martedì al venerdì dalle 9 alle 3: 45 p.m.

Sabato, domenica, festivi, dalle 09:30 alle 15: 45.

Centro per i visitarori del Wawel

collina del Wawel, tel. (48) 12 422 51 55 (int. 219), informacja@wawel.krakow.pl,www. wawel. krakow. pl.
Il numero di visitatori giornalieri del Wawel è limitato ed i biglietti sono a tempo in modo da evitare il sovraffollamento. Per evitare la possibilità di lunghe code, chiamare al (+48)12 422 16 97 per prenotare i biglietti per la mostra che si desidera vedere almeno un giorno prima della visita o o contattare via mail a bot@wawel.org.pl almeno con 2 settimane di anticipo. I biglietti dovranno essere ritirati presso l’ufficio prenotazioni del Centro per Visitatori del Wawel almeno 30 minuti prima dell’orario della visita prenotata. Tutte le mostre sono senza guida ad eccezione per gli Appartamenti Reali. Le guide in lingua straniera sono comunque disponibili, a un costo aggiuntivo, se arrangiate in anticipo compilando questo formulario almeno 14 giorni prima della visita. Riceverete una risposta un paio di giorni prima della visita programmata. Oltre alla vendita dei biglietti, il centro visitatori è anche il luogo per ottenere maggiori informazioni sui vari percorsi a tema offerti, trovare mappe gratuite o usufruire del piccolo ufficio postale, negozio di souvenir e del bar ristorante.

Aperto 9:00-19:00. Da maggio aprire 9:00-20:00. Biglietteria aperta 9:00-16:45, sab, dom 9:30-16:45.

Ufficio informazioni e biglietteria della cattedrale del Wawel

Collina del Wawel, tel. (48) 12 429 95 15 www. katedra-wawelska. pl.
La Cattedrale e il Castello hanno biglietterie diverse. I biglietti congiunti per il Museo della cattedrale, le cripte Reali e il Campanile di Sigismondo possono essere acquistati solo presso la biglietteria di fronte all’ingresso della Cattedrale.
L’ingresso alla cattedrale è libero.
Le audioguide per la Cattedrale e il Museo della Cattedrale possono essere noleggiate presso la biglietteria per 7/5zł e sono disponibili anche in italiano. Aperto 9:00-16:30, domenica 12:30-16:30. I biglietti validi per il Museo della Cattedrale, le Cripte Reali e la Campana di Sigismondo costano 12/7zł.

 

Scarica la guida completa per avere a portata di mano la lista completa dei migliori posti della città con tutti i dettagli, gli indirizzi, numeri di telefono, orari, prezzi, metodo di prenotazione e leggere le recensioni di ogni posto, avvenimento e attrazione. La guida completa è disponibile su Amazon
La guida in formato ebook contiene anche un calendario d’eventi aggiornato mensilmente e tantissimi indirizzi utili per un totale di oltre 400 pagine.

Torna all’articolo

Guida di Cracovia

GRATIS
VIEW